Testimonianze I – Laboratorio di Teatro Civile per la scuola primaria e per la secondaria di I grado

Locandina Testimonianze 1
  1. Sviluppo della conoscenza di sé e della propria capacità espressiva attraverso il corpo-voce. Sviluppo dell’autostima.
  2. Sviluppo della socializzazione e della capacità di collaborazione nel gruppo.
  3. Acquisizione di maggior sicurezza e di controllo dell’emotività.
  4. Sviluppo delle capacità creative, espressive e motorie.
  5. Sviluppo delle capacità di ascolto, di concentrazione e di memoria.

Obiettivi formativi

  1. Stabilire rapporti chiari e corretti all’interno del gruppo e con le insegnanti.
  2. Assumere precise norme di comportamento.
  3. Incrementare una corretta comunicazione interpersonale.
  1. Rafforzare l’unità di espressione tra corpo e mente.
  2. Favorire una ricerca creativa personale per una conoscenza più profonda di sé e delle proprie capacità.
  3. Stimolare il potenziale espressivo che, attraverso l’arte, amplifica le capacità di comunicare le proprie idee e le proprie emozioni.
  4. Imparare a muoversi nello spazio, seguendo un ritmo ed imparare a controllare la voce.
  5. Imparare a rapportarsi con il compagno e il piccolo gruppo.
  6. Potenziare l’espressività.
  7. Utilizzare il corpo come strumento comunicativo.
  8. Saper improvvisare situazioni su tema dato o su invenzione.
  9. Drammatizzare un testo dato o inventato.
  • Esercizi di fiducia, coordinazione, equilibrio, espressione
  • Movimento e gesto con l’uso e non della voce.
  • La ricerca del personaggio.
  • Dal corpo alla parola; giochi con il ritmo.
  • Giochi ed esercizi con la voce.
  • Ricerca di suoni e rumori.
  • Ricerca di relazioni fra personaggi, movimento, voce e ambiente.
  • Giochi di ruolo.
  • Uso espressivo di voce, corpo e faccia.
  • Uso corretto della respirazione.
  • Creazione di scenografie e costumi.

Il laboratorio ha una durata di 20 ore ed è diviso in tre parti. La prima parte del laboratorio è propedeutica, finalizzata alla scoperta delle possibilità espressive e comunicative del corpo, dello sguardo e della voce. Ad esse segue una parte di creazione attraverso l’improvvisazione in cui, partendo da un tema dato, avviene la creazione collettiva di una serie di scene che in seguito si montano in una linea di sviluppo organica e dotata di senso. In questa fase la ripetizione della singola “scena” con “attori” diversi permette un percorso di ulteriore scoperta e approfondimento nonché di stimolo dell’invenzione; è la fase in cui maggiormente si esprime la creatività dei ragazzi e si compie il percorso per cui la creazione diventa espressione e infine comunicazione.
Terza e ultima parte è la formalizzazione, le cosiddette prove, in cui quanto creato viene ripetuto “pulito” e reso efficace alla comunicazione teatrale.

Primo momento “mettiamoci in gioco”: rilassamento, esercizi vocali, collocazione nello, spazio, lavoro di espressione corporea, esplorazione dei sensi, delle emozioni.
Secondo momento “mettiamoci all’opera”: improvvisazioni guidate e libere, approccio a testi d’autore e di invenzione.
Terzo momento “mettiamoci in scena”: preparazione spettacolo finale.

Il laboratorio si svolgerà a partire dal mese di gennaio 2020 ed avrà la durata di 5 settimane. Gli incontri previsti sono dieci, due al mese, possibilmente alternando alla settimana dell’incontro una settimana di riposo teatrale. Ogni incontro è della durata di due ore.

Una variante della suddetta proposta è il laboratorio da 40 ore. In questo caso il laboratorio potrà avere inizio anche in autunno e ai partecipanti al laboratorio verrà data l’opportunità di scegliere la competenza teatrale in cui impegnarsi: drammaturgia, recitazione, scenografia e costumi.
Lo spettacolo in questo caso potrà concorrere, se la scuola lo riterrà opportuno, ad uno o più Festival di caratura nazionale aperti proprio alle scuole.
Ogni laboratorio è rivolto agli studenti delle Scuole Primarie, classi terze, quarte e quinte, e Secondarie di I grado.
È consigliata per una riuscita ottimale del laboratorio la partecipazione di non oltre 25 studenti.

Richiedi

Testimonianze II – Laboratorio di Teatro Civile per la scuola secondaria di II grado

Locandina Testimonianze 2
  1. Portare a conoscenza dei ragazzi l’esistenza di un teatro contemporaneo di Testimonianza di denuncia e inchiesta, attuale nelle tematiche trattate, con un linguaggio e un’espressività proprie.
  2. Sviluppare la consapevolezza della complessità della storia e della trasmissione della memoria di generazione in generazione; lavorare sugli stereotipi e sui pregiudizi che ricoprono i fatti storici, più vicini e più lontani nel tempo, rendendoli sempre meno fruibili nel presente.
  3. Sviluppare un sentire tenace: un’attenta e critica comprensione e lettura delle Testimonianze condivise con loro durante la prima ora del laboratorio.
  4. Con il proprio corpo-voce esprimere e tramandare quanto interiorizzato, portando in scena un breve monologo di improvvisazione e drammatizzazione su una delle tematiche trattate.

Il laboratorio ha una durata di 4 ore. Nella prima ora (primo modulo) del laboratorio saranno condivise con gli studenti Testimonianze attraverso podcast, testi e la visione di frammenti di monologhi di Teatro Civile su tematiche diverse.
Nella seconda e terza (secondo modulo) ora attraverso esercizi individuali e di gruppo, anche di improvvisazione e drammatizzazione, gli studenti sceglieranno la propria Testimonianza e come svilupparla e veicolarla. Come condividerla con il resto del gruppo.
L’ultima ora (terzo modulo) del laboratorio sarà dedicata alla restituzione: gli attori metteranno in scena il loro monologo di 5 minuti.

Le tematiche trattate sono tutte di attualità o facenti parte della storia del Novecento (assedio di Sarajevo e guerre jugoslave, caduta del muro di Berlino, ecc.).

Una variante della suddetta proposta è il laboratorio di 20 ore, in cui ogni modulo avrà una durata superiore all’ora e al termine del quale sarà stato allestito uno spettacolo di Teatro Civile scritto e interpretato dagli studenti partecipanti al laboratorio. Spettacolo che potrà concorrere ad uno o più Festival di caratura nazionale aperti proprio alle Scuole Secondarie di II grado.

Richiedi